Una società pensa di poter risolvere il problema energetico di Bitcoin
Soluna sostiene che il suo nuovo business model potrebbe favorire le blockchain e lo sviluppo di fonti di energia rinnovabile.
di Mike Orcutt 25-08-18
È innegabile: Lo spropositato consumo energetico di Bitcoin sta diventando un problema per l’ambiente. Si stima che la rete consumi approssimativamente la stessa quantità di energia dell’intera Irlanda; è quindi ovvio che si cominci a temerne la carbon footprint. In teoria, però, non dovrebbe necessariamente consumare così tanta energia prodotta da centrali a combustibili fossili, e una società di energia rinnovabile ha elaborato un ambizioso piano per dimostrarlo.