Nucleare iraniano tra speranza e scetticismo
Mentre prosegue il confronto interno tra fautori e oppositori dell'intesa raggiunta a Losanna, il mondo si chiede come muteranno gli equilibri politici ed economici internazionali, soprattutto in Medio Oriente, all'indomani della fine delle sanzioni contro Teheran.
A Teheran non si ferma lo scontro tra radicali, conservatori e tecnocrati sugli esiti dei colloqui per la soluzione del contenzioso nucleare. Gli iraniani si sono divisi sull'intesa preliminare raggiunta a Losanna tra i negoziatori di Teheran e i Paesi del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite con la Germania (P5+1), in vista dell'accordo finale da siglare entro il prossimo 30 giugno. I sostenitori del presidente Hassan Rouhani, che hanno accolto come un eroe il ministro degli Esteri Javad Zarif di ritorno dalla Svizzera, hanno salutato la bozza di accordo con inusuali festeggiamenti.