• Getty

Le rinnovabili sulla rampa di lancio

Il mondo sarà probabilmente testimone di un boom eolico e solare nei prossimi cinque anni poiché i costi diminuiscono e le nazioni devono raggiungere impegnativi obiettivi climatici.

di James Temple 02-12-21
La costruzione di parchi solari, turbine eoliche e altre fonti di energia rinnovabile aumenterà nei prossimi cinque anni man mano che le nazioni stabiliranno politiche climatiche più rigorose e obiettivi di emissioni più ambiziosi. Secondo un nuovo rapporto dell' International Energy Agency, la nuova capacità di elettricità rinnovabile stabilirà un altro record quest'anno, a 290 gigawatt.

Si tratta più o meno equivalente alla costruzione di quasi 300 reattori nucleari o circa 150 dighe di Hoover, e sta accadendo nonostante i problemi della catena di approvvigionamento globale, l'aumento dei costi dei materiali e le restrizioni covid.

Entro il 2026, prevede l'organizzazione di ricerca intergovernativa, la capacità globale di queste fonti prive di carbonio aumenterà di oltre il 60 per cento rispetto ai livelli dello scorso anno. Ciò comporterà circa 4.800 gigawatt, alla pari di tutti gli attuali impianti nucleari e di combustibili fossili del mondo. Inoltre, le energie rinnovabili rappresenteranno il 95 per cento della crescita complessiva della capacità nel settore energetico nel periodo indicato.

Costruire nuovi impianti eolici e solari non significa necessariamente che le energie rinnovabili stiano sostituendo i combustibili fossili, perché anche la domanda di energia è in aumento. E resta ancora da vedere quanto velocemente le fonti prive di carbonio diventeranno la fonte di elettricità dominante a livello globale e inizieranno a soppiantare rapidamente carbone, gas naturale e altre fonti inquinanti.

Mentre le energie rinnovabili rappresentano ora la maggior parte della nuova capacità in costruzione, il livello di generazione di elettricità per fonte può rimbalzare considerevolmente di anno in anno, a seconda dei costi variabili, delle condizioni meteorologiche e altro ancora. 

Ma negli ultimi anni, secondo BloombergNEF, la generazione dal carbone è diminuita e solare, idroelettrico ed eolico sono aumentati. In effetti, queste tre fonti hanno rappresentato tutta la crescita della produzione di energia lo scorso anno, poiché la generazione di elettricità da carbone, gas naturale e centrali nucleari è diminuita.

Le stime dell'AIE sulle energie rinnovabili per il 2026 sono una sostanziale revisione al rialzo, superiore di oltre il 40 per cento rispetto alle proiezioni dello scorso anno. Tra le altre cose, l'agenzia ha citato il miglioramento dell'economia, l'aumento degli impegni nazionali di riduzione delle emissioni in considerazione della recente conferenza sul clima delle Nazioni Unite e gli sviluppi e le politiche nazionali.

Tra gli impegni previsti si ricordano quello della Cina a raggiungere obiettivi di emissioni nette di carbonio pari a zero entro il 2060, l'estensione da parte degli Stati Uniti dei crediti d'imposta federali come parte del disegno di legge Build Back Better, approvato dalla Camera e le iniziative nazionali e aziendali per rispettare le politiche e gli obiettivi di emissione all'interno dell'Unione Europea.

Cina, Europa, Stati Uniti e India rappresenteranno quasi l'80 per cento della capacità rinnovabile aggiunta. Nonostante il vantaggio della capacità rinnovabile, tuttavia, il mondo è ancora molto indietro rispetto all'obiettivo di costruire un settore energetico a emissioni nette zero, che alla fine sarà necessario per fermare il riscaldamento globale. 

Affinché le nazioni si avvicinino a tale scenario entro il 2050, le aggiunte medie annue di energie rinnovabili dovranno raddoppiare rispetto al livello che l'IEA si aspetta di vedere nei prossimi cinque anni.

Tra le altre cose, è probabile che ciò richieda politiche e obiettivi climatici molto più aggressivi, vale a dire ancora più eolico e solare a basso costo, altre fonti prive di carbonio e il rapido sviluppo di tecnologie aggiuntive necessarie per bilanciare quote crescenti di energie rinnovabili fluttuanti sulla rete.

(rp)