• Moto ondoso Pixabay
La rivoluzione energetica viene dal mare
A oggi le onde dell’oceano rappresentano una fonte ideale per generare energia pulita continuativa in quanto la densità energetica delle onde supera 5 volte quella del vento e 20 volte quella del Sole e, sfruttandola, si potrebbe soddisfare buona parte dell’attuale fabbisogno elettrico del pianeta. Durante l’ultima Maker Faire, Eni, su questo tema, ha presentato il sistema ISWEC (Inertial Sea Wave Energy Converter) che, oltre a produrre energia dal moto ondoso, permetterà in futuro, la conversione delle piattaforme offshore estrattive in veri e propri hub per la generazione di energia rinnovabile.
di Fonte ENI 27-10-19

Nel 1799, il matematico e ingegnere francese Pierre-Simon Girard fu il primo a brevettare un sistema in grado di catturare l’energia prodotta dal moto ondoso. Nei secoli successivi, centinaia di altri ingegneri si cimentarono nella progettazione di sistemi simili. Tutti con un solo obiettivo: evitare che una fonte energetica di tale potenziale continuasse a venire sprecata.