• Coralli sbiancati della Grande Barriera Corallina
Gli scienziati prendono in considerazione nuvole più luminose per preservare la Grande Barriera Corallina
Al secondo anno di sbiancamento del delicato ecosistema, gli scienziati marini sono quasi disperati.
di James Temple 11-05-17
Da 6 mesi, ricercatori del Sydney Institute of Marine Science e della University of Sydney School of Geosciences, si incontrano regolarmente per studiare la possibilità di creare, al largo della costa nordorientale dell’Australia, nuvole basse, più riflettenti, per raffreddare le acque attorno alla più grande barriera corallina del mondo. Da due anni la Grande Barriera Corallina sta venendo devastata da uno sbiancamento su larga scala causata dal riscaldamento delle acque oceaniche che inuce i coralli a rilasciare le alghe con cui vivono in simbiosi. L’El Niño dell’anno scorso ha provocato la morte del 20 percento della barriera corallina ed il danneggiamento del 90 percento.