• Angelina Jolie, GERARD JULIEN Getty Images
Nuovi fattori genomici prevedono il rischio di cancro al seno per ogni donna
Grazie ad immensi studi sulla popolazione, la Myriad Genetics propone un nuovo tipo di test del DNA capace di predire la possibilità di cancro.
di Antonio Regalado 25-02-18
Nel 2013, Angelina Jolie scoprì che una mutazione del gene BRCA1 la rendeva vulnerabile al cancro al seno per l’87 percento e decise di sottoporsi ad una mastectomia bilaterale. La notizia provocò un’ondata di richieste di test genetici tra le donne, tanto da definire il fenomeno “effetto Angelina.” Poche tra loro, però, trovarono ciò che cercavano. Solo il 10 percento delle donne con una storia familiare di cancro al seno, infatti, risultano portatrici di questo difetto genetico.