Nuove tecnologie unite alla connettività 5G definiranno il percorso della guida autonoma
La tecnologia C-V2X permette ai veicoli di comunicare fra loro, permettendo di ridurre il numero di incidenti e assistere le automobili autonome.
di Elizabeth Woyke 28-08-18
Che risultati potremmo ottenere, in termini di efficienza, sicurezza e scorrevolezza del traffico, se le automobili fossero in grado di comunicare con semafori e segnaletica stradale in prossimità degli incroci, ricevere notifiche sull’attraversamento dei pedoni, o comunicare fra loro durante il viaggio? Una tecnologia wireless peer-to-peer conosciuta come C-V2X è in grado di avvertire i veicoli della presenza di ostacoli che potrebbero sfuggire a radar e videocamere, connettendoli con il mondo circostante al punto da assisterli nella guida autonoma.