Seguici
Iscriviti alla nostra newsletter

    La prima foto del telescopio spaziale James Webb

    Durante un live streaming della Nasa, il presidente Usa ha mostrato una nitida immagine a infrarossi di una piccola porzione dell’universo. Evidenzia oggetti mai osservati prima

    Jonathan O’ Callaghan

    Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha rivelato la prima immagine scattata dal James Webb Space Telescope (JWST), che mostra alcune delle galassie più lontane mai viste in precedenza. Annunciata dalla Casa Bianca con la NASA, l’immagine mostra una piccola porzione di universo, paragonabile all’estensione di un granello di sabbia tenuto a distanza di un braccio, amplificata dalla capacità di raccogliere la luce del JWST.

    Il risultato è una vista di migliaia di galassie. Quelle più remoti risalgono a più di 13 miliardi di anni fa, non molto tempo dopo l’alba dell’universo.  L’ammasso di galassie SMACS 0723 in primo piano funziona come una lente di ingrandimento cosmica attraverso cui vedere galassie molto distanti.

    “Oggi si apre un nuovo capitolo della storia del nostro universo”, ha affermato il presidente Biden. Lanciato il giorno di Natale 2021, il JWST da 10 miliardi di dollari è il telescopio più avanzato mai inviato nello spazio. Misurando 6 metri e mezzo di larghezza e sfoggiando 18 specchi esagonali placcati in oro, il telescopio a infrarossi, una collaborazione tra Stati Uniti, Europa e Canada, è in grado di scrutare il cosmo più lontano e con maggiore precisione rispetto a qualsiasi altro strumento, superando di gran lunga anche l’Hubble.

    Negli ultimi mesi gli ingegneri hanno lavorato instancabilmente per mettere in funzione la macchina, che è protetta dai raggi solari da un vasto parasole delle dimensioni di un campo da tennis. Posizionato a 1,5 milioni di chilometri dalla Terra, oltre l’orbita della Luna, il telescopio è pronto a svolgere la sua missione. “E’ una tecnologia sorprendente”, afferma Mark McCaughrean, consulente senior per la scienza e l’esplorazione presso l’Agenzia spaziale europea. 

    L’immagine svelata oggi dal presidente Biden è la prima di quattro che verranno rese pubbliche questa settimana. Le altre sono le immagini di due spettacolari nebulose e di un gruppo compatto di galassie. Verrà rivelata anche una quinta osservazione, uno studio preliminare dell’atmosfera di un pianeta in un altro sistema solare. “È come indossare gli occhiali per la prima volta”, afferma Wendy Freedman, astronoma dell’Università di Chicago. Paul Byrne, astronomo della Washington University di St. Louis, descrive l’immagine come “poetica”, con la sua capacità di mettere a nudo una serie di galassie abitate da stelle e pianeti in tutto il cosmo.

    Queste prime immagini sono un piccolo assaggio delle capacità del telescopio, gestito dalla NASA e dallo Space Telescope Science Institute di Baltimora. Il primo anno di osservazioni scientifiche programmate del JWST include studi dettagliati di esopianeti, indagini su galassie remote e spedizioni nelle profondità celesti e quindi indietro nel tempo, verso lo stesso Big Bang.

    Immagine: NASA, ESA, CSA e STSCI

    Didascalia: L’immagine mostra l’ammasso di galassie SMACS 0723 come appariva 4,6 miliardi di anni fa.

    (rp)

    Related Posts
    Total
    0
    Share