• Taiwan Semiconductor Manufacturing
Il nuovo impianto di chip di TSMC è una vittoria di Pirro per Trump?
Taiwan Semiconductor Manufacturing Co., il più grande produttore di chip a contratto del mondo, ha annunciato che realizzerà uno stabilimento da 12 miliardi di dollari in Arizona, che aprirà entro il 2024, e impiegherà circa 1.600 persone, generando indirettamente migliaia di altri posti di lavoro.
di Karen Hao 20-05-20

A prima vista, l'annuncio sembra una vittoria per l’amministrazione Trump, che vuole ridurre la  catena di approvvigionamento tecnologico dalla Cina, sia recuperando la sua capacità di produzione ad alta tecnologia sia riducendo la concessione di attrezzature e proprietà intellettuale a giganti della tecnologia cinese come Huawei. Ma l'impatto dell'accordo TSMC è ben lungi dall'essere ben definito e sottolinea invece quanto siano realmente intrecciate le strutture commerciali dei due paesi.

 

TSMC è uno dei soli tre produttori al mondo a produrre chip avanzati di elaborazione, quelli che contengono transistor di dimensioni pari o inferiori a 10 nanometri. Gli altri due sono Samsung Electronics con sede in Corea del Sud e Intel con sede negli Stati Uniti, che li utilizza esclusivamente nei suoi prodotti.