• Ms Tech / Getty
I fan del K-pop imperversano online
Ora chi usa lo slogan White Lives Matter non se la deve vedere solo con i manifestanti, ma anche con gli amanti delle band coreane, che stanno dimostrando una invidiabile potenza di fuoco online.
di Abby Ohlheiser 06-06-20

Quando la polizia di Dallas ha chiesto ai cittadini di inviare loro video di attività illegali durante le proteste di una settimana fa, non ha ricevuto prove di dimostranti che infrangono la legge. Invece, i fan della musica pop coreana hanno scaricato in massa l'app del dipartimento di polizia e hanno iniziato a inondarla di brevi filmati con un rating basso per renderli meno visibile nell'app store. Diverse ore dopo, la polizia ha annunciato che l'app era temporaneamente offline

 

Gli stan K-pop — dove “stan” in sostanza significa un superfan attivo online — hanno guadagnato un pubblico nuovo, organizzato e dedito ad atti di protesta, come dirottare hashtag razzisti su Twitter e far circolare petizioni e raccolte di fondi per le vittime della violenza della polizia. 

 

Mercoledì scorso, alcuni fan sono riusciti a prendere il controllo dell’hashtag coopt#whitelivesmatter, originariamente promosso da gruppi razzisti, e hanno consolidato la loro reputazione tra chi manifesta contro la violenza della polizia. L'hashtag è rimasto di tendenza su Twitter per ore, mentre si sono accumulati gli elogi per i fan di K-pop per aver messo da parte la loro continua promozione di gruppi come BTS, Blackpink o EXO e aver sostenuto la protesta per ottenere giustizia.

 

"Non avrei mai pensato di vedere il giorno in cui gli stan K-Pop sconfiggevano la polizia", si legge su un tweet che ha ricevuto oltre 4.000 “Mi piace”. Il talk show Good Morning America ha dedicato un servizio alla "lotta per la giustizia" di questi gruppi. (Si veda link)

 

Molti hanno visto parallelismi con Anonymous, il collettivo hacktivista senza leader che in passato si è alleato con movimenti di protesta e ha messo alla gogna i membri del KKK. I fan di K-pop ora stanno anche realizzando un video per fan su Anonymous.