Hacker cinesi rubano i dati di oltre 100.000 membri della marina militare statunitense
Il Dipartimento della Giustizia degli Stati Uniti d’America accusa hacker al soldo del governo cinese di aver violato informazioni riservate appartenenti a personale della marina militare.
di Martin Giles 21-12-18
La notizia: L’accusa rivolta a due hacker Zhu Hua e Zhang Shilong è di aver collaborato con un gruppo legato al Ministero cinese per la Sicurezza di Stato, la principale agenzia di intelligence del paese. Soprannominato Advanced Persistent Threat 10 – o APT 10 – dai ricercatori, il gruppo avrebbe preso di mira principalmente perpetrato furti proprietà intellettuale e spiato su informazioni relative membri dell’esercito statunitense, inclusi date di nascita, salari e Social Security Number. La marina militare americana vanta all’incirca 330.000 operativi, per cui la violazione potrebbe aver colpito un numero significativo di persone.