Seguici
Iscriviti alla nostra newsletter

    Gli studenti cinesi a scuola online

    Secondo “Xinhua”, l’agenzia di stampa statale, la Cina ha lanciato una piattaforma di apprendimento nazionale su cloud, già avviata per quanto riguarda le classi di scuole primaria, per garantire che i 180 milioni di studenti del paese possano continuare a studiare anche se le scuole sono chiuse a causa del coronavirus.

    di Charlotte Jee

    Un nuovo semestre scolastico, che dovrebbe iniziare oggi, è stato rinviato a tempo indeterminato come parte delle misure per combattere il coronavirus. Le autorità cinesi hanno incoraggiato le persone a rimanere a casa per contribuire a ridurne la diffusione.

    Le lezioni in rete variano in base all’età. Quelle di scuola elementare vengono trasmesse su uno dei canali televisivi statali cinesi. Gli studenti delle scuole medie e superiori in Cina possono utilizzare una piattaforma di apprendimento online che prevede 169 lezioni che coprono 12 materie per la prima settimana, in base al curriculum nazionale. Se sarà necessario, gli insegnanti continueranno ad aggiornare la piattaforma con nuovi materiali.

    Secondo i notiziari dell’emittente statale CCTV, il governo ha “arruolato” i tre maggiori operatori di telecomunicazioni della Cina – China Mobile, China Unicom e China Telecom – oltre ad aziende tecnologiche come Huawei, Baidu e Alibaba per il backup della piattaforma con 90 terabyte di larghezza di banda e 7.000 server, garantendo che fino a 50 milioni di studenti possano usarla contemporaneamente.

    Inoltre, circa 600.000 insegnanti hanno anche utilizzato un servizio di livestream chiamato Dingtalk, progettato da Alibaba, per condurre lezioni online, anche se ci sono stati alcuni problemi con molti studenti

    (rp)

    Related Posts
    Continua

    Come e perché imparare dalle api

    La cosiddetta "intelligenza di sciame” è applicabile anche alle comunità umane? Gli esperti Paola Scarpa, Andrea Pietrini, Federico Frattini a confronto su un tema affascinante per le società presenti e future
    Total
    0
    Share