Cosa manca alle tecnologie per la desalinizzazione perché diventino migliori?
Ecco un aggiornamento sulla ricerca che sta investigando la possibilità di migliorare la rimozione del sale dall’acqua utilizzando il grafene.
di Kristin Majcher 22-06-15
L’Organizzazione Mondiale della Sanità stima che 750 milioni di persone non hanno accesso a fonti idriche sicure, e che un numero ancora maggiore di persone non abbia scorte a sufficienza a causa di siccità come quella che ha colpito la California. La creazione di acqua fresca attraverso la desalinizzazione di acqua marina o acqua salmastra a terra è un processo ancora costoso, in particolare per via dell’energia richiesta per spingere l’acqua attraverso membrane in grado di filtrare il sale (vedi “Dissalare per Disperazione”).
Negli ultimi mesi, gli scienziati hanno pubblicato alcune ricerche sulle potenzialità del grafene impiegato come materiale per le membrane.