• AP
Amazon mette Parler offline
Il servizio di microblogging e social networking, che ha una base di sostenitori di Donald Trump, conservatori, teorici della cospirazione ed estremisti di destra, si è ritrovato in seria difficoltà durante il fine settimana quando Google e successivamente Apple lo hanno escluso dai loro app store.
di Charlotte Jee 11-01-21
Parler, un sito che si autodefinisce un "social network per la libertà di parola" e che è stato ampiamente utilizzato per coordinare l'assalto al Campidoglio la scorsa settimana, si è ritrovato offline dopo che Amazon ha smesso di ospitarlo il 10 gennaio, citando violazioni dei termini di servizio.