Seguici
Iscriviti alla nostra newsletter

    Volete stampare in 3D il vostro prossimo ufficio? Ecco come fare.

    Una nuova raccolta di equazioni funge da vademecum per i progetti edili pensati in chiave della stampa 3-D.

    di Erin Winick

    Un nuovo insieme di equazioni potrebbe rappresentare il segreto per utilizzare la stampa 3-D nel settore edile.

    Il problema: Società quali la 3D Printhuset hanno cercato di stampare in loco edifici in cemento, ma il processo richiede molto tempo e i macchinari utilizzati sono delicati e soggetti a guasti.

    Tutta questione di tempo: Nello specifico, parliamo di tempi di asciugatura del cemento. Se gli strati inferiori non sono completamente asciutti prima che quelli successivi vengano aggiunti, l’intera struttura può flettersi sotto il suo stesso peso; nessuno vuole dei muri distorti.

    La soluzione: Queste equazioni, sviluppate da Akke Suiker della Eindhoven University of Technology, permettono di appurare esattamente quanto materiale utilizzare e quanto tempo attendere fra una posa e l’altra. È tempo di scaldare i motori delle stampanti di cemento.

    (MO)

    Related Posts
    Continua

    L’innovazione parla italiano

    Il convegno “Le vie italiane all’innovazione” proposto la Mit Technology Review Italia al Tecnopolo di Reggio Emilia. Con la presenza dei protagonisti del management industriale italiano. E uno studio sulle aziende che si sono distinte nel cercare, e trovare, nuove strade
    Total
    0
    Share