Ricerca traslazionale: trasporre i risultati della ricerca in applicazioni pratiche
La ricerca traslazionale significa cose diverse per persone diverse, ma è importante per tutti.
di Alessandro Ovi 29-03-19
I National Institutes of Health (NIH), l'agenzia di ricerca sanitaria del governo statunitense, hanno reso prioritaria la ricerca traslazionale, formando centri ad essa dedicati presso i propri istituti e lanciando nel 2006 il programma CTSA (Clinical and Translational Science Award).
Ora, con più di 50 centri accademici finanziati dal CTSA già avviati, altre università si stanno trasformando per competere per le prossime borse della CTSA. Entro il 2020, il NIH prevede di finanziare oltre 60 centri di questo tipo con un budget di $500 milioni all'anno. Ai centri accademici, anche fondazioni, enti industriali, organizzazioni legate alla malattia, singoli ospedali e sistemi sanitari hanno stabilito programmi di ricerca traslazionale ed esistono già riviste specializzate (Translational Medicine e Journal of Translational Medicine) dedicate all'argomento.