AEROSHIELD

Queste aziende di tecnologia climatica hanno appena ricevuto 60 milioni di dollari

Ecco come il finanziamento potrebbe portare sul mercato nuove tecnologie energetiche.

Alcuni tengono traccia dei risultati sportivi o delle scalette dei tour dei loro artisti preferiti. Nel frattempo, io aspetto solo di sapere quali startup di tecnologia climatica riceveranno grandi finanziamenti dalle agenzie governative. In fondo è la stessa cosa.

Ogni pochi anni, l’agenzia statunitense che viene spesso definita la “fabbrica del moonshot energetico” annuncia premi di questo tipo per alcune aziende, per aiutarle a scalare la loro tecnologia (il nome ufficiale è Advanced Research Projects Agency-Energy, o ARPA-E). Le sovvenzioni sono progettate per aiutare le aziende a portare la loro tecnologia dalla fase di laboratorio o pilota e a diffonderla nel mondo.

L’ultimo lotto di questi premi è stato appena annunciato, per un totale di oltre 63 milioni di dollari suddivisi tra quattro aziende. Analizziamo i vincitori e consideriamo ciò che la tecnologia di ciascuno di loro dice sui rispettivi angoli del clima.

Antora Energy: batterie termiche per l’industria

Cominciamo con la società che probabilmente conoscete se seguite questo magazine: Antora Energy. L’azienda californiana sta costruendo batterie termiche da utilizzare nell’industria pesante. Ho parlato dell’azienda e del suo primo progetto pilota l’anno scorso, e le batterie termiche sono state il vincitore scelto dai lettori nella nostra lista di tecnologie innovative di quest’anno.

Se avete bisogno di un rapido ripasso, l’idea alla base della tecnologia di Antora è quella di immagazzinare l’energia proveniente dall’energia eolica e solare pulita e a basso costo sotto forma di calore, per poi utilizzarla negli impianti industriali. Si tratta di una soluzione elegante al problema che le fonti rinnovabili sono disponibili solo a volte, mentre l’industria ha bisogno di energia pulita per tutto il tempo se vuole ridurre le emissioni di carbonio, che ammontano a un enorme 30% del totale globale.

Antora ha ottenuto 14,5 milioni di dollari per scalare la sua tecnologia. L’azienda spera di ottenere un risultato con l’afflusso di denaro per progredire con il suo secondo prodotto, che non fornisce solo calore ma anche elettricità.

Queens Carbon: cemento a basse emissioni

Il cemento è un cattivo amico del clima che si nasconde in bella vista, come ho già avuto modo di dire. La produzione delle lastre grigie che costituiscono l’impalcatura del nostro mondo è responsabile di circa il 7% delle emissioni globali.

La sfida di ripulire il processo risiede, almeno in parte, nel fatto che sono necessarie temperature laviche per innescare le reazioni chimiche che producono il cemento: si parla di oltre 1.500 °C (2.700 °F).

Queens Carbon ha sviluppato un nuovo processo che riduce la temperatura necessaria a meno di 540 °C (1.000 °F). L’amministratore delegato, CTO e cofondatore dell’azienda, Daniel Kopp, ha dichiarato durante la conferenza stampa di premiazione: “È ancora caldo, ma più facile da raggiungere in modo efficiente e con l’elettricità”. Idealmente, l’elettricità sarà fornita da fonti rinnovabili, il che potrebbe significare un grande risparmio di emissioni.

Queens Carbon intascherà inoltre 14,5 milioni di dollari e il finanziamento dovrebbe contribuire alla costruzione di un impianto pilota attualmente in fase di realizzazione in collaborazione con un importante produttore di cemento, ha dichiarato Kopp durante la conferenza stampa. L’azienda prevede di passare a un impianto completo alla fine del 2028 o nel 2029.

Sistemi di accumulo ionico: batterie di nuova generazione per i veicoli elettrici

Il mondo chiede sempre a gran voce batterie migliori e Ion Storage Systems, con sede nel Maryland, vuole offrire una soluzione con la sua tecnologia al litio-metallo allo stato solido.

Abbiamo inserito le batterie al litio-metallo tra le 10 tecnologie rivoluzionarie del 2021. Questa chimica potrebbe garantire una maggiore densità di energia e quindi una maggiore autonomia dei veicoli elettrici.

Ion Storage Systems intende produrre le sue batterie prima per i clienti militari. Con il finanziamento (20 milioni di dollari), l’azienda potrebbe essere in grado di preparare la sua tecnologia per una produzione su larga scala destinata a una clientela più ampia del mercato dei veicoli elettrici.

Mi ha molto interessato l’enfasi posta sulla produzione da parte del CTO Greg Hitz durante la conferenza stampa, dato che la scalabilità della produzione è stata una delle principali sfide per altre aziende che hanno cercato di costruire batterie allo stato solido. Hitz ha anche detto che le batterie dell’azienda non hanno bisogno di essere spremute ad alta pressione all’interno delle celle o riscaldate, e possono essere integrate più semplicemente nei pacchi batteria.

Materiali AeroShield: isolamento ad alta tecnologia per edifici più efficienti

Ultimo, ma non certo per importanza, è AeroShield Materials. Tra il 30% e il 40% dell’energia che immettiamo nei nostri edifici per il riscaldamento e il raffreddamento viene dispersa attraverso le finestre e le porte: si tratta di circa 40 miliardi di dollari all’anno per gli edifici residenziali, ha dichiarato Elise Strobach, CEO e cofondatrice dell’azienda, durante la conferenza stampa.

AeroShield produce materiali chiamati aerogel che sono trasparenti, leggeri e resistenti al fuoco. Secondo Strobach, possono contribuire a rendere le finestre più efficienti dal punto di vista energetico del 65%.

L’isolamento non è sempre l’argomento più eccitante, ma l’efficienza è uno dei modi migliori per ridurre il fabbisogno di energia e per ridurre le emissioni. AeroShield inizierà con le finestre e le porte, ma prevede di esplorare altri progetti come l’adeguamento delle finestre e la produzione di isolanti per le porte di congelatori e frigoriferi, ha dichiarato Strobach durante la telefonata. Il premio di 14,5 milioni di dollari servirà a costruire un impianto di produzione pilota.

Questi progetti coprono una vasta gamma di attività, dai trasporti agli edifici, fino all’industria pesante. L’unica cosa che hanno in comune? Tutti hanno urgente bisogno di ripulire il proprio operato se il mondo vuole affrontare il cambiamento climatico. Ognuno di questi premi è un grande voto di fiducia da parte di un’agenzia che ha molta esperienza nel campo delle tecnologie energetiche, ma ciò che conta davvero è quello che queste aziende faranno a partire da ora con i fondi.

Related Posts
Total
0
Share