• OpenZone
OpenZone: una community in continuo ampliamento
 Il 2019 è stato un anno intenso per OpenZone, il campus dedicato alla Salute alle porte di Milano.
di OpenZone 31-01-20
Quattro nuove imprese si sono aggiunte agli “Zoner”.

CareApt sviluppa soluzioni integrate Hi-tech/Hi-touch per trasformare la cura delle malattie croniche in un’esperienza di relazione e attenzione alla persona ed ha dato vita a ParkinsonCare, un nuovo modello di medicina collaborativa che integra il digitale nel rapporto tra medico e paziente;
FlowMetric Europe, Global Contract Research Organization che fornisce servizi di citometria a flusso e di cell sorting dallo sviluppo preclinico e per tutta la durata degli studi clinici anche grazie a soluzioni innovative di citometria a flusso nella medicina di precisione;
Apply, società di data science dedicata all’applicazione di metodi e modelli matematici a casi d’uso di interesse business;
Diadem, società che lavora allo sviluppo di un test del sangue predittivo dell’Alzheimer con l’obiettivo di consentire la previsione, il monitoraggio, la diagnosi e lo sviluppo di farmaci efficaci per questa malattia.

Un ampliamento della community del campus che va in parallelo con il proseguimento del piano di sviluppo iniziato che ha segnato un’importante tappa con l’inaugurazione di Z-LIFE, la nuova casa di Zambon, un openspace di 4.000 metri quadrati che si sviluppa su due piani, progettato da Amdl Circle di Michele De Lucchi per gli esterni e dallo studio Carlo Ratti Associati per gli interni. Un edificio tecnologicamente all’avanguardia in fatto di illuminazione e aerazione che rispetta i più moderni criteri di sostenibilità. 

OpenZone è stata anche protagonista della Biotech Week, ospitando l’evento di apertura in collaborazione con Assobiotec e Italian Angels for Biotech, in cui si è parlato della Lombardia come Life Science Hub, regione che registra numeri importati in materia di scienze della vita e che può essere una locomotiva per lo sviluppo dell’intero Paese in questo ambito.

Nel corso dell’anno sono stati tanti anche gli ospiti degli OpenZone Talk, incontri con i protagonisti dell'innovazione e autorevoli esperti del mondo scientifico, economico e istituzionale. Il 2019 ha visto tra gli speaker Luca De Biase (Innovation Editor Il Sole 24 Ore), Roberto Ascione (Fondatore e CEO Healthware international), Marta Gaia Zanchi, (Founder e Managing Partner di Nina Capital), Daniele Manca (Vicedirettore Corriere della Sera), Beniamino Pagliaro (Founder e CEO di Good Morning Italia).

Visita il sito di OpenZone per un video riassuntivo del 2019.

(lo)