Seguici
Iscriviti alla nostra newsletter

    New York City ha un piano audace per aiutare i senzatetto con i dati

    La condivisione delle informazioni fra dipartimenti cittadini e organizzazioni no profit contribuirà a fornire un tetto per quante più persone possibile.

    di Jamie Condliffe

    I senzatetto a New York hanno raggiunto i livelli più alti dalla Grande Depressione negli anni ’30. Questa volta, la città spera di utilizzare i dati per risolvere il problema.

    L’ufficio del sindaco sta adottando un nuovo strumento chiamato ‘StreetSmart‘ dal quale ci si aspetta che possa fare un lavoro migliore utilizzando i dati raccolti dai senzatetto.

    L’idea: rendere più facile per gli operatori il tracciamento delle persone con cui lavorano mentre si muovono in città, e consentire all’amministrazione di identificare le tendenze più rilevanti che consentiranno interventi più intelligenti per affrontare il problema.

    Related Posts
    Continua

    Come e perché imparare dalle api

    La cosiddetta "intelligenza di sciame” è applicabile anche alle comunità umane? Gli esperti Paola Scarpa, Andrea Pietrini, Federico Frattini a confronto su un tema affascinante per le società presenti e future
    Total
    0
    Share