Giovani creatori di app crescono
Da Regalbuto, piccolo centro siciliano, sono arrivate ben due proposte per il concorso “Progetta con STM32 Open Development Environment” promosso da STMicroelectronics proprio per le scuole superiori.
di Fonte ST/Pepite.org 26-08-16
Regalbuto, Sicilia, 60 km da Enna e altrettanti da Catania, sullo sfondo l’Etna, a qualche chilometro il lago Pozzillo, circa 7000 abitanti.
Luoghi incantevoli per una gita alla scoperta dell’entroterra siciliano e delle sue bellezze: ma la viabilità è difficile, una volta lasciata l’autostrada. Lo sa bene Marco Petronio, ingegnere informatico e docente di Elettronica all’Istituto Tecnico “Salvatore Citelli” di Regalbuto. Ogni giorno affronta i 60 km di strada che separano Regalbuto da Catania: “Faccio un lavoro che mi piace: vado ogni mattina con il sorriso sulle labbra e con lo stesso sorriso esco”.
Lo appassiona di più lavorare con i ragazzi o occuparsi di elettronica? Entrambe le cose, apparentemente.
“Quello che ripeto ai miei studenti è: dovete padroneggiare la tecnologia, quindi capirla e usarla per costruire un business. Loro le APP le devono creare, non usarle e basta.”
Da ormai quasi un decennio Petronio investe sui giovani. L’industria di Regalbuto è quasi completamente assente: i ragazzi tendono a optare per gli istituti professionali o per gli istituti alberghieri per cercare di trovare lavoro come cuoco o cameriere immaginando che quella sia la via più rapida per trovare lavoro. Così però il territorio non cresce.