• Nick Little
Blockchain a prova di ogni attacco
Il sistema dei nomi di dominio è vulnerabile alla censura e all'hacking, ma la Blockchain, che sfrutta le caratteristiche di una rete informatica di nodi, potrebbe consentire di gestire e aggiornare il sistema in modo univoco e sicuro.
di Mike Orcutt 10-06-19
Quando un utente digita il nome di un sito web nel browser, non sa esattamente cosa succede dopo aver premuto "invio". In realtà il meccanismo è semplice. Il browser invia un nome, per esempio technologyreview.com, a una rete di computer chiamata Domain Name System. Il DNS, la cosiddetta rubrica di internet, converte i nomi dei siti Web in indirizzi IP, in questo caso il 23.92.17.190. Questi numeri consentono al browser di trovare il server giusto su Internet e connettersi a esso.