Seguici
Iscriviti alla nostra newsletter

    Automatizzare traduzioni, trascrizioni, snellimento delle procedure burocratiche

    In Tanzania si implementa l’uso dell’Intelligenza Artificiale e dei Big Data. Grazie ad un’azienda italiana

    Immagine: Leandro Aguilar su Pixabay

    Judiciary of Tanzania, Magistratura della Repubblica Unita di Tanzania, ha affidato ad Almawave, società italiana quotata sul mercato Euronext Growth Milan e parte del Gruppo Almaviva, leader nell’Intelligenza Artificiale (AI), nell’analisi del linguaggio naturale e nelle soluzioni Big Data, il servizio automatico di trascrizione e traduzione delle sedute processuali dei propri tribunali, nelle principali città del Paese.

    La società italiana scelta per automatizzare trascrizioni e traduzioni delle sedute processuali del Paese africano, in swahili e inglese. L’accordo quadro ha una durata complessiva di 4 anni. Il contratto, per i primi 12 mesi, vale 1,1 milioni di euro.

    Il programma complessivo dell’Istituzione africana prende il nome di Citizen-Centric Judicial Modernization and Justice Service Delivery (Modernizzazione giudiziaria a misura di cittadino e fornitura di servizi di giustizia) ed è finanziato dalla World Bank, attraverso l’International Development Association (IDA) finalizzato ad investimenti nel sistema giustizia per migliorare l’efficienza dei tribunali e modernizzarne l’amministrazione in un’ottica di e-Justice e si inserisce in un più ampio plafond del valore di 155 milioni di dollari.

    Valeria Sandei, Amministratore Delegato Almawave, dichiara: “Questa iniziativa mi riempie di soddisfazione e sottolinea la capacità dell’azienda di esprimere un carattere di unicità, in grado di contribuire ai processi di modernizzazione e competere a livello internazionale coerentemente con la strategia definita. Almawave dimostra infatti di detenere un bagaglio di competenze capaci di supportare una struttura chiave per l’evoluzione della Tanzania e altamente riconosciuta, come il Judiciary of Tanzania impegnato a rendere la gestione dei processi giudiziari sempre più efficiente, veloce, trasparente e sostenibile.

    La nostra conoscenza verticale del mondo Government e la qualità in swahili ed inglese della nostra tecnologia AI vocale, hanno rappresentato un chiaro differenziale. Questo progetto punta ad un impatto rilevante e centrato sul servizio alle persone reso possibile dall’impiego di tecnologia AI. Si tratta inoltre di un’iniziativa molto coerente con l’Agenda Digitale 2030, che qualifica ulteriormente il nostro lavoro”.

    Related Posts
    Continua

    L’innovazione parla italiano

    Il convegno “Le vie italiane all’innovazione” proposto la Mit Technology Review Italia al Tecnopolo di Reggio Emilia. Con la presenza dei protagonisti del management industriale italiano. E uno studio sulle aziende che si sono distinte nel cercare, e trovare, nuove strade
    Total
    2
    Share