Seguici
Iscriviti alla nostra newsletter

    I camionisti non sono pronti alle nuove tecnologie per gli autotrasporti

    Una nuova e ben più seria minaccia si nasconde dietro l’angolo per i professionisti del settore.

    di Erin Winick

    Il mese prossimo, i camionisti giungeranno al termine di una scadenza fissata per adattarsi a una nuova tecnologia – e siamo solamente all’inizio. Dal 18 dicembre, infatti, il governo degli Stati Uniti chiederà loro di installare nuovi dispositivi ELD (Electronic Logging Device) capaci di monitorare i tempi di percorrenza e garantire il rispetto del limite federale di 11 ore di guida al giorno.

    Stando a CarrierLists,solamente il 45 percento delle 2.300 flotte ispezionate si starebbe preparando per questa nuova legge sugli ELDs. Questo significa che, ad appena un mese dall’entrata in vigore dell’obbligo di dotazione, oltre la metà dei camionisti deve ancora installare l’ELD. Alcuni camionisti stanno contestando il nuovo requisito e minacciando scioperi, sostenendo che questi dispositivi, limitando il numero di ore trascorribili alla guida, limiterebbero i loro guadagni e provocherebbero un accumulo di camion in sosta presso le fermate.

    Questa battaglia, però, è quasi donchisciottesca. Gli ELD non sono nulla – un fastidio, al più – a confronto con la minaccia dei camion a guida autonoma. Laddove la normativa per gli ELD è stata disposta due anni fa, i camion autonomi non sarebbero certo parsi una minaccia, almeno fino a poco tempo fa (vedi “10 Breakthrough Technologies 2017: Self-Driving Trucks”). L’obbligo di montare ELD serve a ricordare i limiti umani dei camionisti che rischiano di assistere alla fine della loro professione in seguito all’arrivo di sistemi in grado di operare 24 ore su 24.

    Tesla dovrebbe presto rilasciare un annuncio riguardo il suo camion autonomo, e la possibilità che vengano introdotte flotte di camion elettrici ed autonomi, programmati per circolare in fila indiana, pare alquanto probabile.

    L’anno scorso, la società di camion a guida autonoma Otto ha portato a termine la sua prima consegna. Si trattava di una esercitazione, ovvio, ma uno dei cofondatori di Otto, Lior Ron, ritiene che i camion autonomi cominceranno a diffondersi ampiamente entro i prossimi 10 anni.

    Se prendiamo le cose da un altro verso, i camionisti hanno avuto a disposizione due anni per prepararsi agli ELD, e non lo hanno fatto. Il conto alla rovescia per l’ingresso in scena dei camion a guida autonoma, intanto, è già cominciato.

    (MO)

    Related Posts
    Continua

    L’innovazione parla italiano

    Il convegno “Le vie italiane all’innovazione” proposto la Mit Technology Review Italia al Tecnopolo di Reggio Emilia. Con la presenza dei protagonisti del management industriale italiano. E uno studio sulle aziende che si sono distinte nel cercare, e trovare, nuove strade
    Total
    0
    Share