• Proteste ad Atlanta, in Georgia. Elijah Nouvelage / Getty Images
Filmare la violenza della polizia non ha cambiato nulla
Dopo anni di riprese video di episodi in cui è stato fatto un uso eccessivo della forza da parte degli agenti di polizia, è chiaro che le immagini da sole non provocano cambiamenti, se non ci sono modifiche delle leggi.
di Ethan Zuckerman 03-06-20

L'omicidio di George Floyd da parte degli agenti di polizia di Minneapolis è stato ripreso in video, non una ma diverse volte. Al di là della difficoltà di capire perché un agente di polizia abbia continuato a comprimere il collo e la colonna vertebrale di un uomo per alcuni minuti dopo che quest'ultimo aveva perso conoscenza, abbiamo filmati dalle telecamere di sicurezza di Cup Foods, dove Floyd avrebbe pagato le sigarette con una banconota falsa da 20 dollari. Mentre si rimane attoniti a vedere altri tre poliziotti limitarsi a guardare mentre il loro collega uccide Floyd, abbiamo filmati dai telefoni cellulari di testimoni che hanno implorato gli agenti di far alzare Floyd da terra. 
 

Nel processo per omicidio dell'agente Derek Chauvin, che faceva parte della pattuglia nonostante 17 denunce civili contro di lui nonostante e il precedente coinvolgimento in due sparatorie con sospetti, la sua difesa potrebbe dipendere dal video delle microcamere che lui e gli altri agenti indossavano. Nessuno di questi video ha salvato la vita a George Floyd ed è possibile che nessuno di loro condannerà il suo assassino.