Vaccini su misura
Parla Joo Chuan Tong, che guida un programma di ricerca alla Singapore Agency for Science, Technology and Research's Institute for Infocomm Research.
di Joo Chan Tong 26-01-09
Negli ultimi anni, l'Asia è stata epicentro di molte malattie emergenti o ri-emergenti, incluse l'influenza aviaria, la SARS, la malaria e la chikungunya. L'epidemia di SARS del 2003, che è coincisa con l'inizio dei miei studi per il PhD presso il dipartimento di biochimica alla National University of Singapore, mi ha lasciato una forte impressione. E' cominciata allora la mia ricerca per la formulazione di metodi di creare vaccini più efficienti nel combattere questo tipo di malattia. La vaccinazione è uno strumento potente. Eppure, il sistema immunitario di ciascuna persona è unico ed i vaccini non sono in grado di tenere da conto questo fattore. Motivo per cui, nonostante i vaccini odierni siano in grado di proteggere la maggioranza della popolazione, alcuni individui non riescono a sviluppare l'immunità mentre altri possono sviluppare reazioni sfavorevoli. Allo stesso tempo, osserviamo il mutare rapido di batteri e virus che evolvono la capacità di aggirare le protezioni immunitarie. Ogni qual volta un nuovo filone emerge, ci troviamo a dover sviluppare un nuovo vaccino, come avviene per il farmaco influenzale annuale. Se riuscissimo a creare una mappa del profilo genetico del sistema immunitario di ogni singolo individuo, creare in maniera efficiente vaccini contro il più recente filone di una malattia e combinare queste due abilità, avremmo una migliore possibilità di proteggere la popolazione. All'Institute of Infocomm Research, guido una squadra che sta sviluppando algoritmi computerizzati volti alla realizzazione del sogno dei vaccini personalizzati. I nostri corpi fanno affidamento su proteine chiamate leucociti antigeni umani (HLA) per il riconoscimento di sostanze estranee (i.e. gli antigeni) nei microbi che sono causa di malattia e per l'attivazione del sistema immunitario contro di esse. Queste stesse proteine analizzano gli antigeni presenti nei vaccini, mettendo in moto la reazione difensiva.