• AP
Una stella della NBA vuole essere pagata in moneta digitale
Spencer Dinwiddie, guardia dei Brooklyn Nets della National Basketball Association, è il primo atleta professionista a "tokenizzare" il suo contratto.
di Mike Orcutt 12-01-20
I campioni del basket firmano in genere contratti pluriennali che raggiungono cifre significative all'anno. Dinwiddie spera che convertendo l’importo del suo contratto triennale di 34,36 milioni di dollari in token digitali, sarà in grado di riscuoterne buona parte del valore in anticipo, invece di dover aspettare le scadenze annuali.