Una rete neurale può imparare a organizzare il mondo per concetti, proprio come l’uomo
Le reti antagoniste generative possono mostrarci come gli algoritmi di intelligenza artificiale “ragionano”.
di Karen Hao 20-02-19
Le reti antagoniste generative, o GAN, sono la stella degli algoritmi di IA per i social media. Sono responsabili della creazione dei primi dipinti prodotti da una intelligenza artificiale e venduti a un’asta d’arte, oltre che della sovrapposizione dei volti delle celebrità sui corpi delle star del porno. Operano mettendo a confronto due reti neurali per creare output realistici basati sui dati in esse introdotti. Introducete foto di cani, e otterrete immagini di cani interamente nuovi; introducete foto di volti umani, e otterrete nuovi volti umani.