Una dieta a basso apporto calorico stimola il sistema immunitario
Studi sui primati stanno verificando ciò che è già accertato da tempo sui topi: una dieta a ridotto apporto calorico stimola il sistema immunitario e prolunga l'aspettativa di vita
di 01-03-07
Secondo uno studio dell' Istituto Nazionale per'Invecchiamento americano, una dieta estremamente poco calorica rallenta l'invecchiamento del sistema immunitario su esemplari anziani di scimmie. Un simile incremento sulla funzionalità del sistema immunitario era già stato osservato nei roditori sottoposti a dieta a basso apporto calorico. I risultati sulle scimmie, i primi sui primati, sono un importante passo avanti nel determinare se un simile approccio potrebbe funzionare anche sugli umani. Le scimmie rhesus dello studio hanno un numero significativamente più elevato di cellule T, una componente importante del sistema immunitario. Queste cellule sono anche in grado di proliferare energicamente, dice Janko Nikolich-Zugich, il coordinatore della ricerca presso l' Istituto per i vaccini e per la terapia genetica della Oregon Health and Science University. Inoltre, le scimmie hanno livelli più bassi dei composti infiammatori che causano malattie cardiovascolari e neurodegenerative negli uomini.