Un universo incostante
Non solo la costante universale sembra essere stranamente incostante ai margini estremi del cosmo, ma secondo nuovi dati, la variazione si esprimerebbe in una direzione in particolare.
di Lisa Ovi 04-05-20
La ricerca della Teoria della Grande Unificazione si fa sempre più difficile di fronte a nuovi dati secondo cui una delle costanti cosmologiche non sarebbe per nulla costante. Astronomi della University of New South Wales hanno pubblicato su Science  quattro nuove misurazioni della luce emessa da una quasar a 13 miliardi di anni luce, confermando minuscole variazioni nella costante di struttura fine alla base dell'elettromagnetismo, una della quattro forze fondamentali della natura.