Un tempo che non ha tempo
Si discute con crescenti preoccupazioni sugli effetti economici della pandemia e sui provvedimenti per farvi fronte, ma, salvo alcune significative eccezioni, non vengono ancora presi in sufficiente considerazione gli effetti, già percepibili e rilevanti, di carattere psicologico e sociologico a medio e lungo termine.
di Gian Piero Jacobelli 23-07-20
Le prime pagine di tutti i giornali sottolineano in questi giorni il grande impegno, finanziario e programmatico, richiesto dagli effetti economici della pandemia, che sta minacciando gli equilibri produttivi e commerciali di tanta parte del mondo, inclusi il nostro e gli altri paesi europei.