Seguici
Iscriviti alla nostra newsletter

    Un premio per giovani progettisti d’interni

    Gli studenti internazionali del Master in Interior Design dello IED di Milano hanno ripensato il layout dei depositi di smistamento di Amazon in Italia, interpretando in maniera concreta e creativa il fondamentale rapporto tra scuola e lavoro.

    di MIT Technology Review Italia

    Ieri, 5 dicembre 2017, si è svolta presso l’aula magna dell’Istituto Europeo di Design di Milano la cerimonia di premiazione degli Amazon Design Awards, relativi all’anno accademico 2016/2017.  Gli studenti coinvolti hanno sviluppato dei progetti per ottimizzare gli ambienti di lavoro e le aree comuni all’interno dei depositi di smistamento Amazon. 

    «Siamo veramente colpiti della creatività e dell’impegno dimostrato dagli studenti dello IED nei progetti che ci hanno presentato per meglio utilizzare gli spazi dove lavorano i nostri dipendenti», ha dichiarato Amy Alcala, Direttore Comunicazione Interna Operations  Worldwide di Amazon.

    «La possibilità di disegnare spazi e servizi integrati, così come di rendere tangibili, oltreché visibili, scenari futuri di vita che spesso conosciamo o immaginiamo soltanto attraverso i canali mediatici o i servizi che utilizziamo, è da sempre la grande e vera sfida legata al Master in Interior Design. Migliorare la vita delle persone nel pieno rispetto delle realtà aziendali che ne creano i servizi e ne condizionano gli habitat quotidiani è la parte più stimolante dell’approccio olistico da cui l’Interior design oggi non può prescindere», ha dichiarato Giorgio Marco Grandi, Coordinatore del Master in Interior Design dello IED di Milano.

    Ad aggiudicarsi il primo premio è stato il team composto da Ankita Sabharwal, Francesca Gobbo, Monika Petraityte e Urte Berukstyte. Limitless è il nome del loro progetto, che intende replicare nella struttura interna dei depositi di smistamento l’esperienza di superamento delle barriere fisiche offerta dalla piattaforma digitale di Amazon. Lo spazio fisico all’interno della struttura viene trasformato e reso un’unica grande area condivisa grazie all’introduzione di postazioni mobili e flessibili. In questo modo l’ambiente comune si trasforma continuamente in base alle funzionalità e alle modalità di utilizzo.

    Il premio per loro è un viaggio a Seattle presso il quartier generale di Amazon dove, oltre a visitare la sede dell’azienda e alcune delle sue strutture più innovative, avranno la possibilità di presentare il proprio lavoro ai designer che hanno curato l’arredamento della sede aziendale.

    Oltre alla collaborazione con lo IED di Milano, Amazon ha lanciato la seconda edizione degli Amazon Innovation Awards, dedicata all’innovazione dei processi logistici che, dopo il successo della prima edizione con il Politecnico di Milano, quest’anno ha coinvolto anche il Politecnico di Torino, l’Università di Torino e l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata.

    Related Posts
    Total
    0
    Share