• Carbon Engineering
Un premio da 100 milioni di dollari per la lotta all’inquinamento
Elon Musk, l'amministratore delegato di Tesla, sta utilizzando una parte della sua crescente ricchezza per finanziare una serie di tecnologie per limitare la presenza dell’anidride carbonica nell'atmosfera.
di James Temple 22-01-21

Il CEO di Tesla Elon Musk, ora la persona più ricca del mondo con un patrimonio netto di oltre 180 miliardi di dollari, ha annunciato su Twitter che intende offrire un premio di 100 milioni di dollari alla "migliore tecnologia di cattura del carbonio". In un successivo tweet ha spiegato che fornirà maggiori dettagli la prossima settimana, quindi non è ancora chiaro quali tecnologie potranno partecipare a questo concorso. La cattura del carbonio può riferirsi a metodi che impediscono la fuoriuscita dell'inquinamento da gas serra da centrali elettriche e fabbriche, o a vari altri modi per estrarlo dall'atmosfera.

 

Alcune startup stanno sviluppando macchine di cattura della CO2 direttamente dall'aria, altre sistemi per stiparla sottoterra o per utilizzarla nella produzione di combustibili a emissioni zero. Ancora altre organizzazioni vogliono sfruttare minerali, alberi, piante e suolo per abbattere i gas serra.

 

Né la cattura del carbonio in loco né la rimozione dall'aria avvengono su larga scala oggi,  principalmente perché sono molto costosi. Ma più denaro e attenzione stanno fluendo in entrambe le aree. I modelli climatici mostrano che saranno necessarie grandi quantità di rimozione del carbonio per prevenire livelli davvero pericolosi di riscaldamento globale, data la quantità di emissioni passate e la lentezza con cui stiamo abbandonando i combustibili fossili. 

 

Nel frattempo, gli strumenti di cattura del carbonio in loco possono offrire modi promettenti per ripulire alcuni settori ad alto tasso di inquinamento, come la produzione di cemento e acciaio, o per fornire elettricità priva di carbonio da impianti di gas naturale quando le fonti intermittenti di energia solare ed eolica non sono disponibili.

 

Il numero di nazioni e aziende che fanno affidamento su un certo livello di cattura o rimozione del carbonio è in forte aumento nel tentativo di azzerare le emissioni nei prossimi decenni. Ma queste iniziative in difesa dell’ambiente comportano una crescente dipendenza da approcci costosi o non provati e quindi una necessità di nuove tecnologie.

 

Musk è lungi dall'essere il primo a offrire fondi al campo, sia come premio sia come investimento diretto. Un anno fa, Microsoft ha annunciato l’intenzione di creare un fondo di 1 miliardo di dollari per "tecnologie di riduzione, cattura e rimozione del carbonio", in quantol'azienda mira a cancellare le sue emissioni storiche. Le startup di cattura diretta dell'aria come Climeworks, Carbon Engineering e Global Thermostat hanno raccolto decine di milioni di dollari di investimenti. La X Prize Foundation con il suo Carbon X Prize ha offerto 20 milioni di dollari alle aziende che sviluppano modi per incorporare l'anidride carbonica nei prodotti, nel tentativo di allargare il mercato.

 

Altri 100 milioni di dollari potrebbero certamente aiutare qualsiasi impresa. Carbon Engineering, per esempio, di recente ha dichiarato che un solo impianto di cattura diretta dell'aria su vasta scala potrebbe costare tra 300 e i 500 milioni di dollari. Soldi a parte, tuttavia, una cosa per cui Musk ha un talento particolare è generare attenzione. E c’è riuscito anche questa volta.