Un passo avanti per le macchine microbiche
Un nuovo approccio all'ingegneria genetica potrebbe contribuire alla creazione di batteri che producono combustibile,sfiorando quasi la vita artificiale
di Emily Singer 01-09-09
Con un'abile operazione di manipolazione genetica, alcuni ricercatori presso il J.Craig Venter Institute, a Rockville, MD, hanno trapiantato i genomi di un batterio nel lievito, lo hanno modificato e trapiantato in un guscio cavo di batterio, ottenendo così un nuovo microbo. La tecnica potrebbe fornire un semplice metodo per modificare geneticamente organismi non comunemente studiati in laboratorio e potrebbe assistere nell'espansione degli sforzi verso la creazione di microbi capaci di produrre combustibili o purificare chimici tossici. "Questa ricerca incrementa le nostre capacità nell'ingegneria genetica e offre nuove applicazioni," dice Jim Collins, un bioingegnere presso la Boston University, non coinvolto nella ricerca. "Ritengo si tratti di un importante progresso per le industrie di bioenergia e biomateriali".