Tessere nanofili
Molte importanti tecnologie , da elettrodi per batterie e cavi di super conduzione agli agenti catalizzatori nelle cellule dei carburanti , dipendono da materiali composti da particelle in polvere, non semplici da gestire. Ora, con un'impresa che potrebbe semplificare la produzione di molte tecnologie, oltre ad indicare la via da intraprendere per individuarne di radicalmente nuove, ricercatori presso l'University of Texas hanno ideato il modo di tessere fili da nanotubi infusi di materiali in polvere.
I ricercatori hanno utilizzato il metodo per produrre strisce di fili dotate delle funzioni di un elettrodo di batteria, piuttosto che di proprietà di super conduzione e filamenti auto pulenti. "Dotate di un'ampia area di superficie, le polveri sono materiali funzionali molto importanti," afferma Ray Baughman, direttore del MacDiarmid NanoTech Institute presso l'University of Texas di Dallas. "Il problema sta nel fatto che le polveri senza forma sono difficili da utilizzare." Negli accumulatori agli ioni di litio, ad esempio, gli elettrodi si avvalgono dell'ampia area di superficie delle polveri per realizzare una maggiore densità di immagazzinamento. Le polveri però, devono essere tenute assieme da leganti/raccoglitori, che ne aumentano peso e volume, oppure vanno sinterizzate in strutture solide attraverso complicati processi.