Seguici
Iscriviti alla nostra newsletter

    Ricercatori del MIT inventano un tatuaggio vivente in 3D

    Prodotto con stampa 3-D, il tatuaggio è un esperimento sulla realizzazione di materiali capaci di reagire agli stimoli. 

    di MIT Technology Review 

    La rivista Advanced Materials ha pubblicato una ricerca condotta da ricercatori del MIT sotto la guida di Xuanhe Zhao professore del dipartimento di ingegneria meccanica e Timothy Lu, professore di ingegneria biologica. 

    Il ‘tatuaggio’ ha l’aspetto di un cerotto trasparente con un disegno ad albero. Prodotto con stampa 3-D, si tratta di un esperimento sulla realizzazione di materiali capaci di reagire agli stimoli. 

    Il disegno è infatti realizzato con un materiale contenente batteri che diventano fluorescenti quando esposti a determinate sostanze. 

    Altro risultato dell’esperimento è stata la realizzazione di cellule batteriche capaci di comunicare tra loro emettendo luce fluorescente alla ricezione di determinati segnali da altre cellule. 

    Per ora, la squadra mira solo a creare sensori chimici e strumenti per la somministrazione dei farmaci, ma immagina un futuro in cui queste ricerche possano portare alla stampa in 3-D di dispositivi informatici da indossare sulla pelle.

    (LO)

    Related Posts
    Total
    0
    Share