• Il decollo di Starship dal sito di test di Boca Chica, Texas SpaceX
Record con crollo finale per l'astronave di SpaceX
Starship, il razzo che l’azienda spera un giorno porterà gli esseri umani sulla Luna e su Marte, ha raggiunto la quota di 12,5 km, ma ha fallito l’atterraggio in sicurezza.
di Neel V. Patel 10-12-20

SpaceX ha effettuato oggi il primo volo in alta quota di Starship, che è volata a un’altezza ragguardevole per un prototipo di astronave, ma è esplosa nell’impatto a terra. Tuttavia, è rimasta ancora ben al di sotto dell'orbita, che è di almeno 160 chilometri in su. Intorno alle 16:40, ora centrale degli Stati Uniti, la navicella stellare è decollata dal centro di test dell’azienda a Boca Chica, in Texas, ma è tornata al suolo troppo velocemente e si è schiantata, lasciando rottami fumanti. Il tempo complessivo della sua permanenza in aria è stato di 6 minuti e 42 secondi. (Si veda tweet)

 

Si tratta del l'ottavo prototipo aziendale di Starship (soprannominato SN8). Ha volato decisamente più in alto del "salto" di 150 metri effettuato durante il quinto tentativo in agosto e il sesto fatto a settembre, entrambi con un solo motore (SN7 non ha volato in quanto è stata fatta esplodere deliberatamente come parte di un test sulla pressione). Il fondatore di SpaceX Elon Musk aveva precedentemente stimato solo un terzo di possibilità di successo per l'SN8, armata di tre motori, di volare e atterrare in sicurezza. 

 

SpaceX ha svelato per la prima volta la navicella stellare al mondo nel settembre del 2019, nell'undicesimo anniversario del primo lancio di un razzo dell'azienda. È un colosso, alto più di 50 metri e pesa oltre 1.400 tonnellate (1.270 tonnellate metriche) se caricato con carburante. Nella sua forma finale, il veicolo raddoppierà con un booster di secondo stadio a sei motori collocato sopra un gigantesco booster di primo stadio, il Super Heavy (attualmente in fase di sviluppo). Trasporterà più di 100 tonnellate di merci e passeggeri verso destinazioni nello spazio profondo. 

 

Come gli altri veicoli spaziali dell’azienda, Starship è progettata per essere riutilizzabile, per ridurre il costo complessivo del volo spaziale sia per missioni robotiche che con equipaggio. Musk ha accennato su Twitter che anche i prossimi due prototipi, SN9 e SN10, voleranno anziché essere utilizzati per i test a terra, ma non ha offerto indizi su quando.