• Yichuan Cao / SIPA USA
Qualcosa non va nell’algoritmo di Stanford
L'ospedale universitario ha proposto un piano di distribuzione del vaccino che ha suscitato forti polemiche, soprattutto da parte di chi ha combattuto il virus rischiando ogni giorno la vita.
Quando i medici residenti presso lo Stanford Medical Center, molti dei quali lavorano in prima linea nella pandemia di covid-19, hanno scoperto che solo sette su oltre 1.300 di loro avevano ricevuto la priorità per le prime 5.000 dosi del vaccino, sono rimasti scioccati. Poi, quando hanno visto chi era nella lista, compresi gli amministratori e i medici che visitavano i pazienti a distanza da casa, si sono arrabbiati.