Per il trattamento del Parkinson arriva la stimolazione neurale wireless
Contro il Parkinson e per il trattamento di patologie che richiedono la stimolazione neurale, oggi è stato descritto il meccanismo per eseguirla “wireless”, in maniera non invasiva (senza elettrodi connessi con il paziente) ed eliminando il rischio di tossicità e di allergie, grazie all’utilizzo di nanomateriali.
di Fonte IIT 27-07-15
Frutto della sinergia di un team internazionale, con il coordinamento e con l’apporto fondamentale di un gruppo di giovanissimi scienziati italiani del Centro di MicroBio-Robotica dell'Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) con sede a Pontedera (Pisa) e dell'Istituto di BioRobotica del Sant'Anna di Pisa, lo studio si è concetrato sulla stimolazione “wireless” di cellule neuronali, ottenuta grazie all'impiego di nanoparticelle piezoelettriche, ossia nanomateriali “smart”, in grado di convertire energia meccanica in energia elettrica.