• Manifestazione dei dipendenti di Google AP PHOTO / Eric Risberg
Oltre 40 stati hanno preso di mira Google
Il gigante della ricerca deve ora affrontare un trio di casi legali che lo accusano di azioni anticoncorrenziali.
di Eileen Guo 18-12-20
Quaranta procuratori generali in rappresentanza di stati e territori a guida sia repubblicana che democratica hanno intentato una nuova causa antitrust contro Google sostenendo che l’azienda ha "potere virtualmente illimitato sul traffico di ricerca in Internet" come risultato del suo "monopolio schiacciante e duraturo nel campo delle ricerche generali su Internet". La mossa arriva il giorno dopo un’altra denuncia presentata dal Texas e da altri nove stati, e segue una causa intentata in ottobre dal Dipartimento di giustizia.