Occhio agli errori strategici
è l'imperativo categorico per gli Stati Uniti nell'attuale scenario di crisi mediorientale.
Quasi 24 anni fa ho attraversato i campi petroliferi del Kuwait meridionale, incendiati dall'esercito iracheno in fuga davanti alle truppe statunitensi nella Prima Guerra del Golfo.