• Don Lloyd / Flickr
Nuova vita per le lingue morte
I sistemi di apprendimento automatico si sono dimostrati in grado di tradurre le lingue estinte da tempo e potrebbero essere ora applicati alle lingue che non sono mai state decifrate.
di ArXiv 03-07-19
Nel 1886, l'archeologo britannico Arthur Evans si trovò di fronte a un'antica pietra con una curiosa serie di iscrizioni in una lingua sconosciuta. La pietra proveniva dall'isola mediterranea di Creta, e Evans vi si recò immediatamente a caccia di altre prove, che trovò numerose. La datazione delle pietre e tavolette con scritte simili fu dall’archeologo fatta risalire al 1400 a.C. circa.