Nella testa delle femmine
All'IIT è stato scoperto un meccanismo genetico alla base di patologie psichiatriche, aprendo così la strada allo studio di strategie terapeutiche basate sulla regolazione di geni alterati in diverse patologie psichiatriche.
di (fonte IIT) 08-10-11
Essere maschio o femmina è una condizione che può influire sulla vita sociale degli esseri umani, ma anche sull'insorgenza di alcune patologie del cervello. Negli ultimi anni la ricerca scientifica ha mostrato sempre più interesse nello scoprire il rapporto tra genere e disturbi psichiatrici. Il gruppo di ricerca guidato dal Dott. Francesco Papaleo, del Dipartimento di Neuroscienze e Neurotecnologie dell'Istituto Italiano di Tecnologia (IIT), ha studiato il comportamento di topi femmine con una modificazione genetica che aumenta i livelli della proteina BDFN nella corteccia prefrontale del loro cervello. L'importante lavoro, pubblicato sulla rivista Learning & Memory, e intitolato "Working memory deficits, increased anxiety-like traits, and seizure susceptibility in BDNF overexpressing mice", è frutto di una forte collaborazione internazionale tra l'Istituto Italiano di Tecnologia e il National Institute of Mental Health di Bethesda, Maryland, USA.