Misure antifrode
Il problema della vulnerabilità dei chip richiede ancora tempo per essere risolto e questo ritardo espone a rischi seri una serie di prodotti, dai server ai telefoni.
di Martin Giles 09-06-19
Quando, a maggio di questo anno, Intel e un gruppo di ricercatori che si occupano di sicurezza hanno rivelato l'esistenza di nuove vulnerabilità nelle vecchie generazioni dei microchip dell'azienda, la notizia è stata accompagnata da un dettaglio particolarmente preoccupante: ci è voluto più di un anno per trovare una soluzione a uno dei difetti. I ricercatori dicono di aver allertato Intel di questa falla, che hanno soprannominato ZombieLoad, nell'aprile 2018, ma una soluzione è arrivata solo nel mese scorso.