• La macchia rosa in questa provetta è DNA sintetizzato per l’archiviazione a lungo termine di dati digitali.
Microsoft e l’archiviazione dati via DNA
Secondo Microsoft, il DNA potrebbe rappresentare un migliore sistema di archiviazione dati nel lungo termine rispetto agli attuali nastri magnetici.
di Andrew Rosenblum 11-07-16
Ha l’aspetto di una provetta da laboratorio con del sale secco sul fondo, ma secondo Microsoft potrebbe rappresentare il futuro dell’archiviazione dati. La società ha recentemente annunciato di aver inscritto circa 200 megabyte di informazioni, tra cui l’intero Guerra e Pace oltre ad altri 99 classici letterari, su del DNA.
Non è la prima volta che ricercatori dimostrano di poter archiviare dati digitali su DNA ma, stando a Microsoft, nessuno vi aveva trascritto una tale mole di informazioni.