Microsoft avvia il primo “DNA drive” per immagazzinare dati
La società ha contribuito alla realizzazione del primo dispositivo capace di codificare automaticamente informazioni digitali nel DNA e riconvertirli nuovamente in bit.
di Antonio Regalado 21-03-19
Memoria nel DNA: Microsoft sta lavorando a un dispositivo, grande quanto una fotocopiatrice, che rimpiazzerebbe i data center accumulando files, film e documenti in stringhe di DNA con una capacità di memoria sconvolgente.