• Il prof. Massimo Fioranelli, fautore della "medicina olistica"
Medicina tradizionale e medicina olistica
Proseguiamo la nostra inchiesta sulle eccellenze italiane nel campo della ricerca biologica e biomedica, incontrando il prof. Massimo Fioranelli, dal 2007 responsabile del Reparto di Cardiologia e del Laboratorio di Emodinamica/Cardiologia Interventistica della Casa di Cura Mater Dei, a Roma.
di Gian Piero Jacobelli 29-06-16

Il prof Massimo Fioranelli è un cardiologo tra i più reputati in Italia e all’estero, non soltanto per i suoi successi terapeutici, ma anche per la convinta adesione alla cosiddetta “medicina olistica”, vale a dire una medicina non alternativa, ma integrativa, che guarda alla salute come a un complesso equilibrio psicofisico e che, quando opportuno, impiega tutte le metodiche mediche, dalle più tradizionali alle più moderne, in un approccio personalizzato e personalizzante al paziente.

Non a caso, accanto a varie discipline universitarie mediche e chirurgiche, ha insegnato e insegna anche Storia della Medicina, nel cui ambito ha pubblicato vari saggi (Ippocrate di Kos, con Pietro Zullino, Laterza 2008; Il Decimo Cerchio, appunti per una storia della disabilità, Laterza 2011; I Medici Eretici, con Maria Grazia Roccia, Laterza 2016).

Anche il prof. Fioranelli, nonostante le numerose frequentazioni di istituti di ricerca estere – in particolare il Dipartimento di Cardiac Catheterization and Interventional Cardiology del Maimonides Medical Center di New York, il Dipartimento di Cardiology della Northwestern University di Chicago, la Divisione di Cardiology del Maimonides Medical Center e del Mount Sinai Medical School di New York – ha deciso di proseguire la sua attività professionale e di ricerca in Italia, perché sostiene che nel nostro paese si registra ancora e nonostante tutto una maggiore sensibilità per i valori della persona nel suo complesso.