Materiali nanotecnologici ultraresistenti
Dei ricercatori hanno utilizzato nanoparticelle di argilla per modificare un materiale polimerico, rendendolo 20 volte più rigido, 4 volte più resistente ed in grado di sopportare temperature più che doppie rispetto al materiale originale. Il nuovo materiale potrà essere utilizzato in tessuti leggeri ma resistenti, come materiale protettivo per pacchi ad ingombro ridotto e per componenti automobilistiche molto alleggerite.
di 15-04-07
Questo progetto fa parte di un'iniziativa in via di espansione, nella direzione dello sviluppo di materiali con nanostrutture che imitino quelle trovate in natura, tipo le conchiglie ultraresistenti. Dei ricercatori del programma in scienza e tecnologia dei polimeri del MIT, hanno enormemente migliorato le proprietà di un poliuretano elastico usato in applicazioni biomediche, disperdendo dentro di esso minuscole particelle di argilla.