Nella settimana di Ferragosto da sabato 10, fino a sabato 18, gli aggiornamenti del quotidiano e delle Newsletters saranno rallentati. L'attività amministrativa sarà invece sospesa.
Lo stato (di salute) dell’Unione energetica
Iniziano a prendere corpo i primi obiettivi della Commissione Europea raggiunti attraverso la creazione dell’Unione energetica, mantenendo alta l’attenzione sulle rinnovabili e senza dimenticare l’importanza della sicurezza energetica.
A 9 mesi dall’adozione del Pacchetto sull’Unione energetica, è arrivato il momento di tirare le prime somme sullo stato di avanzamento dell’ambiziosa iniziativa lanciata dalla Commissione europea. La Comunicazione presentata dal Vice Presidente Maros Sefcovic il 18 novembre - accompagnata da una serie di documenti di supporto: descrive i risultati raggiunti nelle 5 dimensioni programmatiche previste dall’Unione energetica; definisce le azioni da intraprendere nei prossimi mesi; e fornisce le principali conclusioni di policy a livello nazionale, regionale ed europeo. Sebbene il documento non contenga elementi inaspettati e novità eclatanti, lo Stato dell’Unione energetica offre interessanti spunti di riflessione sulla strada intrapresa, e sulle sfide future, verso la creazione di una politica energetica europea integrata, coesa ed efficiente.