Le prigioni USA stanno creando un database biometrico con le voci dei carcerati
Le prigioni negli Stati Uniti stanno realizzando un database biometrico dei carcerati che include centinaia di migliaia di “impronte vocali” individuali.
di Charlotte Jee 01-02-19
Come funziona: La tecnologia estrae e digitalizza le voci delle persone, convertendole in firme biometriche uniche e identificabili meglio conosciute come impronte vocali. Queste informazioni possono essere utilizzate per tracciare telefonate, identificare individui in comunicazioni passate e segnalare telefonate sospette.