• Il soffitto ligneo e il fregio a fresco della Sala delle Fatiche di Ercole, in Palazzo Venezia a Roma, appena restaurata e aperta al pubblico.
Le Fatiche di Ercole
Un pregevole restauro del ciclo erculeo di Palazzo Venezia in Roma, oltre a ribadire la importanza della collaborazione tra pubblico e privato per la tutela e la valorizzazione dei beni culturali, ripropone, anche nella dialettica tecnologica tra il fare e il dire, la rilevanza ideologica di ogni riflessione sul cambiamento, individuale e collettivo.
Già in altre occasioni la nostra rivista si è occupata di Ercole e delle sue "fatiche", che non sono semplicemente delle imprese eroiche, ma propriamente delle imprese “faticose”, in quanto alludono etimologicamente al dissolversi e al venire meno: in una parola, a quell’articolato passaggio iniziatico dalla sauvagerie alla condizione umana, che nella storia iconografica occidentale ha fatto di Ercole l’emblema di una forza capace di controllarsi e finalizzarsi “tecnologicamente”.